DESCRIZIONE DEL PROGETTO

L’idea del progetto nasce dalla considerazione che troppi bambini vanno a scuola accompagnati dai genitori, e di solito, in auto.
Secondo un’analisi del Consiglio nazionale per la ricerche, i bambini italiani che vanno a scuola da soli, senza l’accompagnamento di mamma e papà, sono appena il 16 per cento del totale.
In altri paesi europei, come per esempio la Gran Bretagna, questa percentuale sale a quasi l’80 per cento. Ovviamente, all’estero il fenomeno è favorito da piste ciclabili sicure e attrezzate.
Il progetto si propone come obiettivo di consentire ai bambini di riappropriarsi di uno spazio comune – la strada – normalmente invaso dal traffico motorizzato; per evitare quegli orribili assembramenti di auto in doppia e terza fila che si formano davanti ad ogni scuola all’orario di entrata o uscita; per sensibilizzare sul tema della sicurezza stradale; per diffondere la cultura della mobilità sostenibile e della bicicletta, perché una bicicletta può essere il primo passo verso la conquista dell’indipendenza di un bambino Per sviluppare negli alunni le competenze e gli atteggiamenti della cittadinanza attiva.

DESTINATARI

Alunni della Scuola Secondaria di primo grado.

PRIORITÀ DEL RAV

Favorire lo sviluppo delle competenze di cittadinanza attiva nell'ottica della lotta al disagio e alla dispersione scolastica.

COMPETENZE DI RIFERIMENTO


COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA – COLLABORARE E PARTECIPARE
Interagire in gruppo, comprendendo i diversi punti di vista, valorizzando le proprie e le altrui capacità, gestendo la conflittualità, contribuendo all’apprendimento comune ed alla realizzazione delle attività collettive, ne riconoscimento dei diritti fondamentali degli altri.


COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA – AGIRE IN MODO AUTONOMO E RESPONSABILE
Sapersi inserire in modo attivo e consapevole nella vita sociale e far valere al suo interno i propri diritti e bisogni riconoscendo al contempo quelli altrui, le opportunità comuni, i limiti, le regole, le responsabilità.


COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA – COMUNICARE
Comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di complessità diversa, trasmessi utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali).
Rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati d’animo, emozioni, ecc. utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) e diverse conoscenze disciplinari, mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali).

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Il progetto si articola, con il coinvolgimento attivo degli alunni, un itinerario di base: una via o una serie di vie vicine all’istituto scolastico, prediligendo le strade a bassa intensità di traffico o l'attraversamento di zone chiuse alle auto.
Si stabilisce un punto di partenza dal quale all’orario prestabilito il Bicibus comincerà a muoversi lungo l’itinerario progettato.
Durante il percorso gli alunni partecipanti avranno modo di mettere in pratica le norme di comportamento da tenersi in strada apprese durante i corsi teorici di sicurezza stradale seguiti in aula.
All’arrivo a scuola gli alunni avranno modo di formulare considerazioni critiche in merito alle differenze esistenti tra uno spostamento autonomo e attivo e uno spostamento passivo in auto nel tragitto casa-scuola.

VERIFICA

Verifica in itinere di comportamenti e di acquisizione di regole comportamentali civiche stradali.

RESPONSABILI DEL PROGETTO

prof. Renato CASOLARO