Gioco calciando

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Gioco Calciando è il progetto promosso dalla FIGC per promuovere la partecipazione all’attività sportiva e la relazione tra tutti i soggetti coinvolti, abili e diversamente abili, attraverso gli interventi di “formazione-informazione” e le attività ludico-motorie ad opera degli esperti del Settore Giovanile e Scolastico.

DESTINATARI

Alunni delle terze A-B-E, della quarta E e delle quinte B-E.

PRIORITÀ DEL RAV

Favorire le dinamiche inclusive a livello relazionale e metodologico come linea di intervento prioritaria nella gestione dei gruppi classe.

COMPETENZE DI RIFERIMENTO

Promuovere i valori educativi dello sport- stili di vita corretti e salutari.
Conoscere e rispettare le regole, accettare e rispettare gli altri e i diversi da sé.

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Interventi di formazione- informazione da parte di esperti del Settore Giovanile e Scolastico.
Attività ludico-motorie propedeutiche per l’insegnamento e la pratica del calcio.
Progetto E-learning Didattico-Formativo a cui si accederà nell’app Gioco Calciando Festa Cittadina.

VERIFICA

Il progetto sarà valutato attraverso il monitoraggio delle attività.

RESONSABILI DEL PROGETTO

Esperto del Settore Giovanile.
Docenti delle classi III, IV e V.

Pangea

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto PANGEA è un percorso di educazione alla nonviolenza con l’obiettivo di costruire il giardino dei cinque continenti e della nonviolenza a Scampia.
Elemento fondamentale del percorso è il lavoro di rete per “camminare insieme” e perciò coinvolge una pluralità ampia e diversificata di soggetti che agiscono sul territorio, associazioni, scuole primarie e secondarie.

DESTINATARI

Alunni classi V dells Scuola primaria
Alunni classi I della Scuola secondaria di 1°grado

PRIORITÀ DEL RAV

Migliorare le votazioni degli scrutini finali.

COMPETENZE DI RIFERIMENTO

Assumere responsabilmente atteggiamenti, ruoli e comportamenti di partecipazione attiva e comunitaria.
Sviluppare modalità consapevoli di esercizio della convivenza civile, di consapevolezza di sé, rispetto delle diversità, di confronto responsabile e di dialogo; comprendere il significato delle regole per la convivenza sociale e rispettarle.

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Ricerca e costruzione di una mappa dei personaggi della non violenza dei diversi continenti con note biografiche.
Ricerca sui seguenti personaggi (ragazzi/adolescenti) che richiamano alcune tematiche significative: Iqbal (il lavoro minorile), Malala (la questione femminile e l’importanza dello studio), Sadako (le armi e la guerra).
Visione di filmati riguardanti Iqbal, Malala e Sadako e successivo dibattito.
Lettura di una favola dei 5 continenti che potrà essere trattata con le modalità che si ritiene più opportuno, ma con la prospettiva di presentare un breve video all’assemblea di chiusura.

VERIFICA

Il progetto sarà valutato attraverso il monitoraggio delle attività.

RESONSABILI DEL PROGETTO

Docenti delle classi coinvolte.

The Bright Side – La scatola della positività e il Tg delle buone notizie

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto denominato The Bright Side - La scatola della positività e il Tg delle buone notizie vuole mostrare anche l’altro lato dell’informazione, quello positivo e il tanto bello che accade nel mondo e che i media e i giornali non sempre propongono.
Si ricercano e si valorizzano le buone notizie e le best practices portandole in prima pagina e conservandole in un “contenitore digitale” gratuito e liberamente accessibile sul web attraverso i social media.
Ogni classe può diventare “cacciatrice” e “segnalatrice” di buone notizie, buone pratiche, eccellenze, foto, immagini, testi, canzoni, poesie e tutto ciò che induce sentimento positivo e che crea futuro!

DESTINATARI

Alunni classi V della Scuola primaria.
Alunni classi I della Scuola secondaria di 1° grado

PRIORITÀ DEL RAV

Migliorare il livello di apprendimento in italiano.

COMPETENZE DI RIFERIMENTO

Esprimere e manifestare riflessioni sui valori della convivenza, della democrazia e della cittadinanza; riconoscersi e agire come persona in grado di intervenire sulla realtà apportando un proprio originale e positivo contributo.
Effettuare valutazioni rispetto alle informazioni, ricercare informazioni, selezionarle e sintetizzarle, sviluppare le proprie idee utilizzando le TIC e condividerle con altri.

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Presentazione del progetto.
Ricerca delle buone notizie (locali, nazionali, internazionali).
Lettura e confronto.
Utilizzo dei canali social per la pubblicazione delle notizie.

VERIFICA

Il progetto sarà valutato attraverso il monitoraggio delle attività.

RESONSABILI DEL PROGETTO

I docenti delle classi di Scuola primaria.

La scuola su misura

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto vuole essere una risposta adeguata alle peculiari esigenze del territorio sulla base dell’analisi del contesto socio-ambientale che evidenzia la necessità di predisporre strumenti di intervento utili all’inclusività soprattutto per alunni con bisogni educativi speciali.
Il progetto mira alla riduzione delle difficoltà di apprendimento in alunni che presentano carenze nell’area linguistica e/o matematica, o una scarsa motivazione allo studio ed alla partecipazione al percorso formativo.

DESTINATARI

Alunni BES

PRIORITÀ DEL RAV

Migliorare il livello di apprendimento in italiano e matematica.
Favorire le dinamiche inclusive.

COMPETENZE DI RIFERIMENTO

Recuperare e potenziare le abilità linguistiche e logico-matematiche.
Innalzare i livelli di competenza linguistica e logico-matematica.
Innalzare i livelli di autostima.
Partecipare in maniera più consapevole e attiva.
Migliorare i processi di apprendimento.

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Nel corso dell’intero anno scolastico saranno predisposti strumenti di intervento.

VERIFICA

Il progetto sarà valutato attraverso il monitoraggio delle attività.

RESONSABILI DEL PROGETTO

I docenti della Scuola primaria.

Insegnamento della cultura e della consapevolezza alimentare

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto proposto dall’ENPAB prevede la partecipazione e il coinvolgimento attivo della scuola e delle famiglie, anche per far riacquistare alle stesse la consapevolezza dell’importanza della giusta e corretta alimentazione.
L’obiettivo del progetto di educazione alimentare è prioritariamente quello di semplificare al massimo la comunicazione e la formazione, così da rendere percettibili ai discenti concetti tecnici, enfatizzando l’aspetto educativo comportamentale, motivazionale e la piena consapevolezza dell’importanza della corretta alimentazione oltre ad educare ad una adeguata alimentazione per favorire sani stili di vita nella popolazione, il progetto mira a valorizzare la conoscenza delle tradizioni alimentari come espressioni di natura etica, sociale ed etnica.
Saranno riconsiderati, pertanto, un approccio di educazione alimentare che sensibilizzi gli alunni verso la necessità di ricercare un cibo qualitativo, di un cibo che sia di benessere ma anche un cibo compatibile con l’ambiente, il territorio e le sue risorse.

DESTINATARI

Alunni delle classi III

PRIORITÀ DEL RAV

Migliorare le votazioni degli scrutini finali.

COMPETENZE DI RIFERIMENTO

Conoscere la funzione delle informazioni, dei concetti, dei dibattiti argomentativi nei diversi ambienti di vita quotidiana.
Individuare informazioni ed effettuare collegamenti tra eventi e cause.

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Incontri educazionali frontali con gli studenti.
Incontri educazionali estesi alle famiglie, anche volti ad alimentare il confronto con i figli.
Sportello di promozione del corretto stile di vita e di educazione ambientale.
Laboratori sperimentali di educazione alla salute e all’ambiente, dove ragazzi e famiglie verranno guidati attraverso l’utilizzo pedagogico del disegno, del gioco alla ideazione e realizzazione di pietanze ecologico-salutistiche.

VERIFICA

Nelle diverse fasi questionari per verificare i progressi dell’alunno e del nucleo familiare.

RESONSABILI DEL PROGETTO

Docenti delle classi terze
2 biologi nutrizionisti dell’ENPAB

Sport di Classe

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Sport di classe è il progetto promosso e realizzato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano per diffondere l’educazione fisica e l’attività motoria nella scuola primaria per le sue valenze trasversali e per la promozione di stili di vita corretti e salutari, oltre che a favorire lo star bene con se stessi e con gli altri nell’ottica dell’inclusione sociale.

DESTINATARI

Alunni di classi IV e V

PRIORITÀ DEL RAV

Favorire le dinamiche inclusive a livello relazionale e metodologico come linea di intervento prioritaria nella gestione dei gruppi classe.

COMPETENZE DI RIFERIMENTO

Promuovere i valori educativi dello sport – stili di vita corretti e salutari.
Conoscere e rispettare le regole.
Accettare e rispettare gli altri e i diversi da sé.

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Presenza di un tutor sportivo scolastico.
Percorsi valoriali sui valori educativi dello sport.
Attività didattiche per lo sviluppo di percorsi motori coerenti con le indicazioni curricolari.
Giochi di fine anno scolastico.

VERIFICA

Il progetto sarà valutato attraverso il monitoraggio delle attività e saranno organizzati giochi di fine anno scolastico.

RESONSABILI DEL PROGETTO

Docenti delle classi IV e V
Tutor sportivo scolastico

Green Care School – “La camelia di Carolina”

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto attraverso il libro La camelia di Carolina, scritto ed illustrato da Cecilia Latella vuole essere un valido alleato per promuovere l’importanza dei parchi, giardini ed aiuole negli spazi urbani ed alimentarne il rispetto. Attraverso la lettura si possono sviluppare riflessioni ed approfondimenti per generare una cittadinanza più consapevole e più rispettosa del verde urbano.

DESTINATARI

Alunni delle classi IV e V

PRIORITÀ DEL RAV

Migliorare qualitativamente le votazioni degli scrutini.

COMPETENZE DI RIFERIMENTO

Assumere responsabilmente atteggiamenti, ruoli e comportamenti di partecipazione attiva e comunitaria.
Individuare gli elementi indicatori che permettono di conoscere le regole dei vari ambienti in cui si vive.
Sviluppare un senso civico orientato alla cura delle aree verdi.

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Lettura collettiva della favola green.
Sviluppo del tema proposto in maniera creativa.
Produzione di un elaborato.

VERIFICA

Il progetto sarà valutato attraverso il monitoraggio delle attività.
Sarà realizzato un elaborato che descrive il lavoro svolto.

RESONSABILI DEL PROGETTO

Docenti delle classi IV e V.