Conoscere guardando il mondo da una vignetta

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto Conoscere guardando il modo da una vignetta si rivolge agli alunni della scuola secondaria di I grado e nello specifico quale progetto di potenziamento durante alcune ore dedicate dell’orario scolastico.
La proposta sul tema da affrontare quale potenziamento scolastico è quella della rappresentazione di una storia attraverso l’utilizzo della grafica del Fumetto quale metodo non tradizionale e canonico.
La proposta di concepire il progetto formativo sul potenziamento nel suo più stretto significato didattico quale supporto all’approfondimento o alla semplificazione, nei casi di difficoltà dei ragazzi alla comprensione, al fine di offrire un’offerta formativa completa.
La scelta del Fumetto anche al fine di aprire una finestra nel mondo dei ragazzi verso un’attività creativa alternativa al mondo di internet, dei cellulari, dei social che occupano ed impegnano la maggior parte del tempo della vita extrascolastica dei ragazzi.

DESTINATARI

Classi 2 K e 2E

PRIORITÀ DEL RAV

Favorire lo sviluppo delle competenze di cittadinanza attiva nell'ottica della lotta al disagio e alla dispersione scolastica.

COMPETENZE DI RIFERIMENTO

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA – IMPARARE AD IMPARARE
Organizzare il proprio apprendimento, individuando, scegliendo ed utilizzando varie fonti e varie modalità di informazione e di formazione (formale, non formale ed informale), anche in funzione dei tempi disponibili, delle proprie strategie e del proprio metodo di studio e di lavoro.

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA – COLLABORARE E PARTECIPARE
Interagire in gruppo, comprendendo i diversi punti di vista, valorizzando le proprie e le altrui capacità, gestendo la conflittualità, contribuendo all’apprendimento comune ed alla realizzazione delle attività collettive, nel riconoscimento dei diritti fondamentali degli altri.

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA – COMUNICARE
Comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di complessità diversa, trasmessi utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali).
Rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati d’animo, emozioni, ecc. utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) e diverse conoscenze disciplinari, mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali).

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Il progetto si articola in 2 ore settimanali per classe, in compresenza con l’insegnante di educazione all’immagine e di lingua italiana.
Da ottobre a giugno.

VERIFICA

L'obiettivo ultimo sarà quello di produrre un elaborato finale, una completa storia a fumetti da esporre in una mostra cui potranno partecipare alunni, insegnanti e genitori che vedranno il frutto dell’impegno e della fantasia dei bambini.
Naturalmente, sarà possibile per l’istituto variare la struttura del progetto in base all’effettiva richiesta.

RESONSABILI DEL PROGETTO

Prof.sse Monica CALDARELLI, Daniela VITAGLIANO, Maria Pia AMORESANO

Progetto Una giornata leggend…aria

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto Una giornata leggend...aria, a scansione annuale, si propone la promozione della lettura attraverso una serie di attività, realizzate nel tempo e culminanti nella giornata di maggio.
Gli eventi messi in atto includono manifestazioni e giornate di studio presso l’Università o altri enti culturali; attività performative di vario tipo inerenti al tema, che cambia di anno in anno, realizzate dagli studenti di molte istituzioni scolastiche e universitarie.
L’iniziativa, nel corso di questi anni, è cresciuta delineandosi come un momento composito e unico nel suo genere di letture condivise e partecipate che si propongono la sensibilizzazione e l’avvicinamento alla lettura anche di fasce culturalmente “deboli” come gli anziani e come gli abitanti di quartieri a forte rischio di evasione scolastica e di deprivazione culturale della città.

DESTINATARI

Alunni della Scuola Secondaria di primo grado.

PRIORITÀ DEL RAV

Migliorare le competenze nelle abilità di base.

COMPETENZE DI RIFERIMENTO

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA – COMUNICARE
Comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di complessità diversa, trasmessi utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali).Rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati d’animo, emozioni, ecc. utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) e diverse conoscenze disciplinari,mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali).

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA – ACQUISIRE ED INTERPRETARE L’INFORMAZIONE
Acquisire ed interpretare criticamente l'informazione ricevuta nei diversi ambiti ed attraverso diversi strumenti comunicativi, valutandone l’attendibilità e l’utilità, distinguendo fatti e opinioni.

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA – COLLABORARE E PARTECIPARE
Interagire in gruppo, comprendendo i diversi punti di vista, valorizzando le proprie e le altrui capacità, gestendo la conflittualità, contribuendo all’apprendimento comune ed alla realizzazione delle attività collettive, nel riconoscimento dei diritti fondamentali degli altri.

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Attività/1: Performance con studenti di istituti di istruzione secondaria di primo e secondo grado.
Attività/2: Una giornata leggend…aria a …
Attività/3: Reading dei ragazzi
Attività/4: Coinvolgimento scrittori, attori e giornalisti
Attività/5: Incontro col fumetto a cura della scuola Comix
Attività/6: Incontri presso Master di II livello in Drammaturgia e Cinematografia presso la Federico II
Attività/7: Percorsi tematici: “Librifilm. Dal libro al film”
Attività/8: Scenografie dell’Accademia delle Belle Arti

VERIFICA

La verifica e la ricaduta del progetto verrà valutata in itinere.

RESONSABILI DEL PROGETTO

Prof.sse Maria Rosaria APUZZO, Daniela VITAGLIANO

Progetto Bike To School

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

L’idea del progetto nasce dalla considerazione che troppi bambini vanno a scuola accompagnati dai genitori, e di solito, in auto.
Secondo un’analisi del Consiglio nazionale per la ricerche, i bambini italiani che vanno a scuola da soli, senza l’accompagnamento di mamma e papà, sono appena il 16 per cento del totale.
In altri paesi europei, come per esempio la Gran Bretagna, questa percentuale sale a quasi l’80 per cento. Ovviamente, all’estero il fenomeno è favorito da piste ciclabili sicure e attrezzate.
Il progetto si propone come obiettivo di consentire ai bambini di riappropriarsi di uno spazio comune – la strada – normalmente invaso dal traffico motorizzato; per evitare quegli orribili assembramenti di auto in doppia e terza fila che si formano davanti ad ogni scuola all’orario di entrata o uscita; per sensibilizzare sul tema della sicurezza stradale; per diffondere la cultura della mobilità sostenibile e della bicicletta, perché una bicicletta può essere il primo passo verso la conquista dell’indipendenza di un bambino Per sviluppare negli alunni le competenze e gli atteggiamenti della cittadinanza attiva.

DESTINATARI

Alunni della Scuola Secondaria di primo grado.

PRIORITÀ DEL RAV

Favorire lo sviluppo delle competenze di cittadinanza attiva nell'ottica della lotta al disagio e alla dispersione scolastica.

COMPETENZE DI RIFERIMENTO

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA – COLLABORARE E PARTECIPARE
Interagire in gruppo, comprendendo i diversi punti di vista, valorizzando le proprie e le altrui capacità, gestendo la conflittualità, contribuendo all’apprendimento comune ed alla realizzazione delle attività collettive, nel riconoscimento dei diritti fondamentali degli altri.

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA – AGIRE IN MODO AUTONOMO E RESPONSABILE
Sapersi inserire in modo attivo e consapevole nella vita sociale e far valere al suo interno i propri diritti e bisogni riconoscendo al contempo quelli altrui, le opportunità comuni, i limiti, le regole, le responsabilità.

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA – COMUNICARE
Comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di complessità diversa, trasmessi utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali).
Rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati d’animo, emozioni, ecc. utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) e diverse conoscenze disciplinari, mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali).

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Il progetto si articola, con il coinvolgimento attivo degli alunni, un itinerario di base: una via o una serie di vie vicine all’istituto scolastico, prediligendo le strade a bassa intensità di traffico o l'attraversamento di zone chiuse alle auto.
Si stabilisce un punto di partenza dal quale all’orario prestabilito il Bicibus comincerà a muoversi lungo l’itinerario progettato.
Durante il percorso gli alunni partecipanti avranno modo di mettere in pratica le norme di comportamento da tenersi in strada apprese durante i corsi teorici di sicurezza stradale seguiti in aula.
All’arrivo a scuola gli alunni avranno modo di formulare considerazioni critiche in merito alle differenze esistenti tra uno spostamento autonomo e attivo e uno spostamento passivo in auto nel tragitto casa-scuola.

VERIFICA

Verifica in itinere di comportamenti e di acquisizione di regole comportamentali civiche stradali.

RESONSABILI DEL PROGETTO

Prof. Renato CASOLARO

Sviluppo della consapevolezza corporea, emozionale e mentale attraverso varie forme di linguaggio

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

SVILUPPO DELLA CONSAPEVOLEZZA CORPOREA,EMOZIONALE E MENTALEATTRAVERSO VARIE FORME DI LINGUAGGIO (Potenziamento Sport)
Le persone comunicano per condividere o esprimere pensieri, idee, conoscenze sentimenti ed emozioni.
Ciò si può fare in vari modi; tramite gesti, parole, scrivendo o facendo ricorso a disegni. Il linguaggio può essere quindi verbale e non verbale.
Quello non verbale si avvale di una serie di atteggiamenti del corpo per comunicare (mimica, gesti, postura, movimento ).
Per esempio attraverso i gesti, vuoi quelli espressivi, simbolici, codificati o tecnici manifestiamo stati d’animo in una forma di linguaggio universale. Da qui la convinzione che i messaggi del corpo sono infiniti e il modo in cui vengono espressi varia da persona a persona, creando diversificazione. Insegnare oggi è, non solo trasmissione di informazioni, ma anche un e-ducere, cioè tirare fuori.
L’educazione, in generale, deve dare ricchezza interiore, insieme ad istruzione e cultura per creare alunni con personalità e consapevolezza di se stessi.
Il progetto con la docente di lingua italiana nasce dal concetto che a volte il messaggio che il corpo manda non corrisponde sempre al contenuto verbale, in tal caso il messaggio può o non essere recepito o frainteso dal ricevente; esso quindi perde di chiarezza ed efficacia.
• Stabilire scambi comunicativi all’interno della classe e compiere i primi atti di lettura e scrittura in modo concreto.
• Maturare una competenza comunicativa a più livelli, mediante l’utilizzo di linguaggi non verbali.
• Utilizzare la voce, il proprio corpo e oggetti vari in storie e giochi per espressioni parlate, mimate e recitate.
• Comprendere il linguaggio dei gesti.
• Usare il movimento per rappresentare situazioni comunicative reali e fantastiche.
• Mettere in atto comportamenti di autonomia, autostima, autocontrollo, fiducia in se stessi.
Attivare atteggiamenti di ascolto/conoscenza di sé o di relazione positiva nei confronti degli altri.

DESTINATARI

Alunni della classe 1D

PRIORITÀ DEL RAV

Migliorare qualitativamente le votazioni agli scrutini finali.

COMPETENZE DI RIFERIMENTO

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA COLLABORARE E PARTECIPARE
Interagire in gruppo, comprendendo i diversi punti di vista, valorizzando le proprie e le altrui capacità, gestendo la conflittualità, contribuendo all’apprendimento comune ed alla realizzazione delle attività collettive, nel riconoscimento dei diritti fondamentali degli altri.

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA – AGIRE IN MODO AUTONOMO E RESPONSABILE
Sapersi inserire in modo attivo e consapevole nella vita sociale e far valere al suo interno i propri diritti e bisogni riconoscendo al contempo quelli altrui, le opportunità comuni, i limiti, le regole, le responsabilità.

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA – COMUNICARE
Comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di complessità diversa, trasmessi utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali).
Rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati d’animo, emozioni, ecc. utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) e diverse conoscenze disciplinari, mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali).

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA – IMPARARE AD IMPARARE
Organizzare il proprio apprendimento, individuando, scegliendo ed utilizzando varie fonti e varie modalità di informazione e di formazione (formale, non formale ed informale), anche in funzione dei tempi disponibili, delle proprie strategie e del proprio metodo di studio e di lavoro.

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Il progetto si rivolge agli alunni di 1D, va da ottobre a maggio e si articola in 4 ore complessive a settimana in orario scolastico.
3 ore in compresenza con la docente di italiano ed 1 ora con la docente di scienze motorie.

VERIFICA

In collaborazione con i docenti interessati produzione periodica di elaborati, report, schede di valutazione e questionari di verifica. per stabilire:
• il grado di attenzione – coinvolgimento- motivazione degli alunni.
• i progressi in ambito letterario e delle ricadute positive che le varie attività avranno avuto sui processi di crescita e di sviluppo emotivo, affettivo e relazionale.
• la consapevolezza del linguaggio del corpo.

RESONSABILI DEL PROGETTO

Prof.sse Paola GIORDANO, Antonella LAMPARIELLO, Alba DI MARTINO

Mario e Chiara a Marechiaro

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

MARIO E CHIARA A MARECHIARO
Il centro polifunzionale San Francesco d’Assisi è una struttura afferente alle Politiche sociali dei servizi per l’infanzia e l’adolescenza propone attività socio-educative e aggregative rivolte ai bambini e ai ragazzi.
Ha come obiettivo l’integrazione dei soggetti a rischio di esclusione sociale.

DESTINATARI

Alunni delle classi terze della Scuola Secondaria di primo grado.

PRIORITÀ DEL RAV

Favorire lo sviluppo delle competenze di cittadinanza attiva nell'ottica della lotta al disagio e alla dispersione scolastica.

COMPETENZE DI RIFERIMENTO

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA: COLLABORARE E PARTECIPARE
Interagire in gruppo, comprendendo i diversi punti di vista, valorizzando le proprie e le altrui capacità, gestendo la conflittualità, contribuendo all’apprendimento comune ed alla realizzazione delle attività collettive, nel riconoscimento dei diritti fondamentali degli altri.

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA: AGIRE IN MODO AUTONOMO E RESPONSABILE
Sapersi inserire in modo attivo e consapevole nella vita sociale e far valere al suo interno i propri diritti e bisogni riconoscendo al contempo quelli altrui, le opportunità comuni, i limiti, le regole, le responsabilità.

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA: COMUNICARE
Comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di complessità diversa, trasmessi utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali).
Rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati d’animo, emozioni, ecc. utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) e diverse conoscenze disciplinari, mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali).

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Il progetto si articola o in una intera giornata o in modalità residenziale con partecipazione a percorsi a tema articolati in attività laboratoriali della durata di tre giorni con la collaborazione di docenti e educatori.

VERIFICA

Importante ricaduta sul comportamento dei ragazzi.

RESONSABILI DEL PROGETTO

Prof. ssa Angela MOLARO

Un libro per crescere

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

UN LIBRO PER CRESCERE promuove la diffusione della lettura fra gli studenti delle classi 2ª e 3ª media. Il piacere della lettura è un valore che va di sicuro maggiormente sviluppato nell'attuale società, orientata spesso e prevalentemente al culto dell'immagine.
Nella fascia di età prescelta, le spinte comportamentali e gli interessi culturali concorrono alla formazione delle giovani personalità e spesso in esse il bisogno di contrapposizione fa nascere tensioni per l'affermazione di se stessi, tanto in ambiente familiare quanto in quello scolastico. Tali tensioni, con i possibili conseguenti conflitti, sono più evidenti in contesti socio-culturali meno favoriti.
Per tali ragioni il Comitato preposto ha orientato la scelta delle scuole, dove i problemi giovanili possono essere più marcati. Il Comitato fornirà a ciascuna Scuola dei testi, che rimarranno patrimonio delle biblioteche scolastiche.

DESTINATARI

Alunni delle 2° e 3° del Scuola Secondaria di primo grado.

PRIORITÀ DEL RAV

Migliorare qualitativamente le votazioni agli scrutini finali.

COMPETENZE DI RIFERIMENTO

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA: COMUNICARE
– Interagire in gruppo, comprendendo i diversi punti di vista, valorizzando le proprie e le altrui capacità, gestendo la conflittualità, contribuendo all’apprendimento comune ed alla realizzazione delle attività collettive, nel riconoscimento dei diritti fondamentali degli altri.
– Comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di complessità diversa, trasmessi utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.) mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali).

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA: IMPARARE AD IMPARARE
Organizzare il proprio apprendimento, individuando, scegliendo ed utilizzando varie fonti e varie modalità di informazione e di formazione (formale, non formale ed informale), anche in funzione dei tempi disponibili, delle proprie strategie e del proprio metodo di studio e di lavoro.

COMPETENZA CHIAVE DI CITTADINANZA: ACQUISIRE ED INTERPRETARE L’INFORMAZIONE
Acquisire ed interpretare criticamente l'informazione ricevuta nei diversi ambiti ed attraverso diversi strumenti comunicativi, valutandone l’attendibilità e l’utilità, distinguendo fatti e opinioni.

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Il Progetto prevede la lettura di testi proposti dal Comitato e la elaborazione di una relazione.

VERIFICA

La verifica e la ricaduta dello stesso verrà valutata in itinere.

RESONSABILI DEL PROGETTO

Prof. ssa Maria Rosaria APUZZO
Prof.ssa Daniela VITAGLIANO

Pangea

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto PANGEA è un percorso di educazione alla nonviolenza con l’obiettivo di costruire il giardino dei cinque continenti e della nonviolenza a Scampia.
Elemento fondamentale del percorso è il lavoro di rete per “camminare insieme” e perciò coinvolge una pluralità ampia e diversificata di soggetti che agiscono sul territorio, associazioni, scuole primarie e secondarie.

DESTINATARI

Alunni classi V dells Scuola primaria
Alunni classi I della Scuola secondaria di 1°grado

PRIORITÀ DEL RAV

Migliorare le votazioni degli scrutini finali.

COMPETENZE DI RIFERIMENTO

Assumere responsabilmente atteggiamenti, ruoli e comportamenti di partecipazione attiva e comunitaria.
Sviluppare modalità consapevoli di esercizio della convivenza civile, di consapevolezza di sé, rispetto delle diversità, di confronto responsabile e di dialogo; comprendere il significato delle regole per la convivenza sociale e rispettarle.

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Ricerca e costruzione di una mappa dei personaggi della non violenza dei diversi continenti con note biografiche.
Ricerca sui seguenti personaggi (ragazzi/adolescenti) che richiamano alcune tematiche significative: Iqbal (il lavoro minorile), Malala (la questione femminile e l’importanza dello studio), Sadako (le armi e la guerra).
Visione di filmati riguardanti Iqbal, Malala e Sadako e successivo dibattito.
Lettura di una favola dei 5 continenti che potrà essere trattata con le modalità che si ritiene più opportuno, ma con la prospettiva di presentare un breve video all’assemblea di chiusura.

VERIFICA

Il progetto sarà valutato attraverso il monitoraggio delle attività.

RESONSABILI DEL PROGETTO

Docenti delle classi coinvolte.

The Bright Side – La scatola della positività e il Tg delle buone notizie

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto denominato The Bright Side - La scatola della positività e il Tg delle buone notizie vuole mostrare anche l’altro lato dell’informazione, quello positivo e il tanto bello che accade nel mondo e che i media e i giornali non sempre propongono.
Si ricercano e si valorizzano le buone notizie e le best practices portandole in prima pagina e conservandole in un “contenitore digitale” gratuito e liberamente accessibile sul web attraverso i social media.
Ogni classe può diventare “cacciatrice” e “segnalatrice” di buone notizie, buone pratiche, eccellenze, foto, immagini, testi, canzoni, poesie e tutto ciò che induce sentimento positivo e che crea futuro!

DESTINATARI

Alunni classi V della Scuola primaria.
Alunni classi I della Scuola secondaria di 1° grado

PRIORITÀ DEL RAV

Migliorare il livello di apprendimento in italiano.

COMPETENZE DI RIFERIMENTO

Esprimere e manifestare riflessioni sui valori della convivenza, della democrazia e della cittadinanza; riconoscersi e agire come persona in grado di intervenire sulla realtà apportando un proprio originale e positivo contributo.
Effettuare valutazioni rispetto alle informazioni, ricercare informazioni, selezionarle e sintetizzarle, sviluppare le proprie idee utilizzando le TIC e condividerle con altri.

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Presentazione del progetto.
Ricerca delle buone notizie (locali, nazionali, internazionali).
Lettura e confronto.
Utilizzo dei canali social per la pubblicazione delle notizie.

VERIFICA

Il progetto sarà valutato attraverso il monitoraggio delle attività.

RESONSABILI DEL PROGETTO

I docenti delle classi di Scuola primaria.

La Scuola e la Città

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Progetto didattico per l’educazione alla cittadinanza promosso dal Comune di Napoli in sinergia con la Prefettura di Napoli e le Forze dell’Ordine territoriali.

DESTINATARI

Classi prime della scuola secondaria di primo grado.

PRIORITÀ DEL RAV

Esiti degli studenti
Competenze chiave europee

Descrizione della priorità
Favorire lo sviluppo delle competenze di cittadinanza attiva nell’ottica della lotta al disagio e alla dispersione scolastica

Descrizione del traguardo
Incrementare percorsi di lavoro cooperativo e con setting innovativi e creativi per ridurre il fenomeno dell’insuccesso scolastico

COMPETENZE DI RIFERIMENTO

Competenze chiave di riferimento
– Collaborare e partecipare
– Agire in modo autonomo e responsabile

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Le fasi sono articolate così come descritto in dettaglio nello schema riportato sotto.

VERIFICA

La verifica delle competenze acquisite sarà effettuata nel corso della produzione del prodotto finale che sarà presentato dagli alunni in occasione della manifestazione conclusiva.

RESONSABILE DEL PROGETTO

prof. Renato CASOLARO

Che spettacolo: dal teatro al coding 2019 (Art. 9)

Progetto rivolto a tutti gli alunni della scuola e in particolar modo a quelli che presentano disagio scolastico anche in rapporto ai diversi stili di insegnamento (Aree a rischio – Art. 9).

Laboratori proposti:

  • “Teatro, musica canto, danza, scenografia: il vissuto attraverso lo sviluppo musicale e teatrale”
  • “I@Code”
  • “Lingua Viva” (inglese)

In allegato, disponibile per il download, è presente il documento completo del progetto.

Allegato

Progetto Aree a rischio 2018 (art. 9)