DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto ha il compito di accompagnare gli alunni, nel mondo dei giochi del passato; quelli costruiti con pochi soldi, ma tanta creatività e fantasia. Sono semplici giochi di una volta, che creavano gioia e divertimento e che oggi sono considerati obsoleti.

L’idea è di costruire, durante alcune ore teoriche, tutti insieme un gioco, usando materiali di riciclo (plastica, cartone ,vetro) e creare delle regole di base.

Ciò implica un coinvolgimento cognitivo ed espressivo, oltre che motorio.

Il recupero dei giochi popolari-tradizionali rappresenta la riscoperta della propria storia, delle proprie origini e del senso di appartenenza.

Il gioco, qualunque esso sia, stimola la curiosità, l’inventiva, la manualità, l’ingegno e favorisce l’ interazione in generale.

Credo che gli alunni possano ancora imparare divertendosi, ma soprattutto divertirsi ad imparare.

È un lavoro serio, da parte di un bravo educatore che va rispettato; la ricerca del risultato, della vittoria e della prestazione sono traguardi da raggiungere in seguito.

I giochi che si pensa di creare sono: lancia e prendi, il going, tris, la dama, gli scacchi, la campana, il gioco delle bocce e tanti altri, ”rubati” dal passato.

DESTINATARI

Il progetto coinvolge gli alunni della classi prime D, E, G che usufruiscono di 6 ore di potenziamento di scienze motorie, della sede succursale dell’Istituto, la quale non è provvista di una palestra, ma di una aula motoria. Per cui i giochi devono necessariamente essere modificati e adattati.

PRIORITÀ DEL RAV

Favorire lo sviluppo delle competenze di cittadinanza attiva nell'ottica della lotta al disagio e alla dispersione scolastica Incrementare percorsi di lavoro cooperativo e con setting innovativi e creativi per ridurre il fenomeno dell'insuccesso scolastico.

COMPETENZE DI RIFERIMENTO

COMPETENZA CHIAVE IN AMBITO MOTORIO: Utilizza gli aspetti comunicativo- relazionali ed espressivi attraverso la motricità ,come veicolo per la comunicazione.
COMPETENZA SOCIALE E CIVICA: rispetta le regole condivise, collabora con gli altri per la costruzione del bene comune.
COMPETENZA CHIAVE DI CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE: utilizza gli strumenti di conoscenza per comprendere, riconoscere, apprezzare, le tradizioni culturali.

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

Il progetto si articola in due ore settimanali per tre classi prime delle sezioni D, E, G, in compresenza con l’insegnante di scienze motorie.

Il progetto va da ottobre a giugno nelle ore in cui non si svolge il progetto Rugby.

VERIFICA

Da una osservazione iniziale, si passerà poi ad una valutazione in itinere delle abilità acquisite. Inoltre ci si avvarrà di parametri di riferimento, di schede di valutazione e di mini tornei di classe dei vari giochi creati, e realizzati.

RESPONSABILI DEL PROGETTO

Referente d’istituto per i progetti curriculari: prof.ssa Daniela VITAGLIANO

Docente di potenziamento: prof. Gian Michele RUSSO (Scienze motorie)

Docente per la materia associata al potenziamento: prof.ssa Paola GIORDANO (Scienze motorie)